Attività di recupero e sostegno

Informazioni generali

La normativa che riguarda i “debiti formativi” (termine che indica le insufficienze registrate nelle singole materie sia in sede di scrutinio intermedio, sia in sede di scrutinio finale) disciplina l’organizzazione degli interventi didattico-educativi di sostegno e di recupero durante il corso dell’anno e al termine dello scrutinio finale. Il nostro liceo considera queste attività come un momento fondamentale dell’offerta formativa e del successo formativo di tutti gli alunni e per questo destina a tali attività, nei limiti previsti dal Programma Annuale, significative risorse. Le principali modalità di recupero proposte dalla scuola sono le seguenti:
• sportello didattico: lezioni extracurricolari di una o due ore, finalizzate al rinforzo di argomenti svolti nell’ultimo periodo, indirizzate a singoli alunni o gruppi minimi (al massimo 5-6), su richiesta preventiva degli studenti o su suggerimento del docente. Possono essere anche organizzati sportelli didattici più consistenti (di circa otto ore) per gruppi della medesima classe;
• sportello permanente: per due ore settimanali, in determinati periodi dell’anno stabiliti dal Dirigente scolastico, un docente delle diverse discipline è sempre disponibile per lezioni di sostegno finalizzate al rinforzo di argomenti ed esigenze specifiche e circoscritte;
• corsi di recupero (per latino, greco e matematica): attività extracurricolare di recupero per gruppi al massimo di 10-15 studenti su obiettivi raggiungibili nell’arco del tempo prescelto, sia disciplinari che relativi al metodo di studio. Sono in genere attivati a seguito di segnalazione dei Debiti formativi;
• pausa didattica: per un breve e determinato periodo, viene interrotta la normale programmazione nelle classi per effettuare attività di ripasso, di recupero, di riepilogo o di esercizi; per gli studenti migliori possono essere organizzate attività di approfondimento culturale o sportive, anche al di fuori della scuola (per quest’anno non è stata prevista una pausa didattica della scuola);
• attività di sostegno o recupero in orario curricolare (recupero “in itinere”), con la classe intera o articolata in gruppi, finalizzate al consolidamento dei pre-requisiti richiesti, alla migliore acquisizione di conoscenze e competenze ed all’acquisizione di un metodo di studio più adeguato;
• lavoro individualizzato attraverso l’assegnazione di esercizi supplementari mirati al rafforzamento di conoscenze e competenze specifiche.
Sono da ritenersi utili per un recupero motivazionale, anche se in modo indiretto, tutte le attività opzionali di approfondimento e integrative.
La scuola si riserva anche di organizzare attività di recupero mattutina, per classi parallele (un gruppo lavora sul recupero, un altro svolge attività di approfondimento).

Sportello permanente

  • Istruzioni per la prenotazione: vedere la comunicazione 77.

Notizie sul recupero