DEBITI FORMATIVI

In base al D.M. 80 e all’O.M. 92 (consultabili sul sito www.istruzione.it) l’alunno/a che presenti insufficienze nello scrutinio intermedio o finale viene considerato in “debito formativo” ed è tenuto a seguire le iniziative di recupero proposte dal Consiglio di Classe e a sostenere le relative verifiche di recupero del debito.

In particolare “per gli studenti che allo scrutinio finale presentino insufficienze in una o più materie il Consiglio di classe valuterà la possibilità dello studente di raggiungere gli obiettivi formativi e di contenuto propri delle discipline interessate entro la fine dell’anno scolastico (ossia entro il 31 agosto dell’anno di riferimento) mediante lo studio personale svolto autonomamente o attraverso la frequenza di appositi interventi di recupero.”(O.M. 92 art.6, c. 3)

In tal caso il Consiglio di classe delibera il rinvio dello scrutinio finale e si applica la “sospensione del giudizio.

La scuola comunicherà alle famiglie, per iscritto, le decisione assunte, indicando le specifiche carenze rilevate e i voti di tutte le discipline, insieme agli interventi didattici finalizzati al recupero, le modalità e i tempi delle relative verifiche tramite il Registro elettronico (sezione “Esito scrutini”). Le famiglie sono invitate a scaricare tutta la documentazione, unitamente ai programmi svolti e gli eventuali compiti assegnati dai docenti, presenti nella sezione “Argomenti svolti a lezione” (icona “Programmi”).

Il Collegio Docenti individua nel corso dell’anno le discipline che necessitano di appositi interventi di recupero, concentrandosi su quelle “per le quali si registri nella scuola un più elevato numero di valutazioni insufficienti” (O.M. 92 art.2, c.3): queste sono in genere al Liceo Classico LATINO, GRECO, MATEMATICA, INGLESE; al Liceo Linguistico MATEMATICA, LATINO, INGLESE e altre LINGUE STRANIERE. Per le altre materie lo studente è tenuto a recuperare con studio autonomo.

Nel caso che i genitori ritengano di non avvalersi delle iniziative organizzate dalla scuola devono comunicarlo per iscritto, fermo restando l’obbligo per lo studente di sottoporsi alle verifiche.

Le iniziative di recupero, le relative verifiche e le valutazioni integrative finali avranno luogo, di norma, entro il 31 agosto o comunque entro l’inizio delle lezioni dell’anno scolastico successivo. Lo studente con materie insufficienti è tenuto a sottoporsi alle verifiche previste per l’accertamento del superamento del debito formativo, sia nelle discipline per cui la scuola abbia organizzato corsi di recupero/sportelli sia per quelle in cui sia previsto lo studio autonomo. Non sono previste prove suppletive.

Il Consiglio di Classe, tenendo conto dei risultati conseguiti non solo in sede di accertamento finale ma anche nelle varie fasi dell’intero percorso dell’attività di recupero, delibera l’integrazione dello scrutinio finale sulla base di una valutazione complessiva dello studente che si risolverà in ammissione o non ammissione alla classe successiva.

Ricerca comunicazioni