Giornata mondiale dei calzini spaiati

Data:4 Febbraio 2022

Di: Manuel Visani

Venerdì 4 febbraio è stata la giornata mondiale dei calzini spaiati. Idea nata nel 2010 da una maestra in Friuli-Venezia Giulia e consiste nello sfruttare un problema nelle nostre case: la scomparsa dei calzini come se fossero rapiti da minuscoli alieni che smarriamo nelle nostre lavatrici. Lo scopo di questa giornata è l’accoglienza della diversità e il rispetto reciproco.

A quanto pare anche gli antichi smarrivano i calzini! Durante i suoi scavi il papirologo inglese John de Monins Johnson trovò in un’antica “discarica” egiziana da Antinopoli un variopinto calzino per bambini, databile attorno al terzo-quarto secolo d.C., mancante del suo gemello.

Lorenzo, un bambino “speciale”, come lui stesso si definisce, e suo padre ci ricordano e invitano, mettendo due calzini diversi, a creare e diffondere sensibilità per le persone definite “diverse”, che nonostante questo non stanno così male con gli altri. Si tratta di un gesto semplicissimo, senza operazioni sensazionali, basta solo un piccolo cambio dell’outfit quando si esce di casa. Anche se i calzini non si dovessero vedere a causa dei pantaloni, significa comunque che la sensibilizzazione avverrà dentro di noi, tentando e sforzandosi di diventare ponti di inclusività. Sicuramente una presa di coscienza e un gesto che porta frutti varrà più di qualsiasi opera o scelta estetica sterile, come ci ricorda il padre di Lorenzo, Infatti, questa iniziativa può essere intrapresa tutti i giorni, e non solo oggi, non solo perché lo fanno tutti. Ognuno di noi può condurre questa battaglia da solo o insieme ad altri.

 

Manuel Visani

 

[Immagine: Calzino risalente al 3-4 sec. d.C. rinvenuto da John de Monins Johnson ad Antinopoli]

Homepage di Eureka

Ultimi articoli pubblicati:

Condividi questo contenuto!

04/02/2022|Categorie: Eureka|Tag: |

Condividi questo contenuto!