Accoglienza

Data: 11 Ottobre 2022

Di: Federico Franzese

Immaginatevi un bruco che per anni percorre sempre la stessa strada, per arrivare dalle sue persone, dalla sua quotidianità.

Un giorno questo bruco inizia a crescere, i “panni” gli iniziano ad andare stretti, la sua quotidianità semplice e noiosa.

Ogni anno questo bruco vede i suoi amici crescere, spiccare il volo e allontanarsi;  i suoi amici però gli continuano a chiedere di restare, di continuare ogni giorno la sua semplice strada.

Questo bruco si stanca, ed è qua che da solo, senza ascoltare nessuno, prende la SUA strada, quella che vuole lui, forse la più difficile, forse la più bella…

Proprio qua il nostro bruco, si costruisce le sue ali, le rinforza e diventa una felice e stabile farfalla!

Ecco questa metafora mi rappresenta, in un certo senso può rappresentare tutti noi, tutti noi ragazzi che facciamo un passo in più, che cresciamo, che ci distinguiamo.

La scelta della scuola è una scelta complessa, forse da rivedere, è per questo che vi consiglio di pensare attentamente.

La mia scelta, il Liceo G.D. Romagnosi, è stata una scelta perfetta, una scuola che mi rende felice, una scuola libera, una scuola aperta a tutti, una scuola che mi (e ci) rappresenta perfettamente.

L’accoglienza e la scoperta di questa scuola è stata studiata e ragionata, a partire dal discorso del Preside Pier Paolo Eramo del 15 settembre, un discorso aperto al mondo, aperto al significato della parola studio e del Liceo, un benvenuto con i fiocchi!

Le prime ore sono state caratterizzate dalla  presentazione della scuola, delle notizie (tour della scuola, badge, periodo unico di valutazione, fuoriclasse…) e poi anche un piccolo pensiero di benvenuto, la borraccia della scuola.

Il periodo di accoglienza è durato fino a inizio ottobre, un periodo di conoscenza tra noi studenti (nonché compagni di classe) e soprattutto la conoscenza di tutti i docenti e di cosa avremmo studiato con loro , il periodo si è poi concluso con una bellissima gita di accoglienza a Casaltone.

La scuola ha continuato ad organizzare incontri per la conoscenza dell’istituto, tra cui un ritrovo di tutte le classi prime nella palestra , nel quale ci hanno presentato le varie attività pomeridiane che la scuola offre, attività molto utili e formative.

L’accoglienza è stata fatta (per me e penso per molti) di tantissime emozioni, ansia in primis, felicità, nostalgia, ma il tutto è stato accettato dai docenti.

E’ una scuola impegnativa, fatta di sacrifici, ma una scuola organizzata, che tiene ad ogni suo studente e lo dimostra, una scuola con un ambiente sereno, tranquillo e confortevole.

Vi auguro di trovare il coraggio di diventare farfalle, di liberarvi dai pesi inutili,  di rafforzare le vostre ali e le vostre esperienze!

Homepage di Eureka

Ultimi articoli pubblicati:

Condividi questo contenuto

GLI ULTIMI ARTICOLI DI EUREKA:

11/10/2022|Categorie: Eureka|Tag: , |