VIAGGI DI ISTRUZIONE

Linee guida del Consiglio di Istituto 

  1. Tutte le mobilità (uscite, viaggi d’istruzione, scambi, stage, in Italia o all’estero) dovranno avere una significativa finalità educativa e didattica ed essere la naturale continuazione del lavoro fatto a scuola;
  2. la partecipazione di tutti gli studenti, in particolare quelli che hanno Bisogni Educativi Speciali, è prioritaria rispetto a ogni scelta di destinazione o modalità di effettuazione della mobilità;
  3. la quota di partecipazione di tutti i viaggi includerà un contributo di solidarietà del 2% che sarà usato, insieme con i fondi della scuola, per aiutare le famiglie che non riescono a pagare l’intera cifra prevista;
  4. i viaggi di istruzione dovranno essere individuati di norma entro il mese di novembre per consentire una tempestiva organizzazione, con conseguente riduzione dei costi;  
  5. I consigli di classe in seduta plenaria (con i rappresentanti degli studenti e dei genitori) sono gli organi che, nei limiti di queste linee guida, hanno il compito di definire le scelte finali relative alle mobilità. 

BIENNIO

  1. Il primo anno tutte le classi faranno un’uscita di accoglienza entro metà ottobre; una eventuale altra uscita sarà di 1/2 giorni, in città vicine, con una spesa di 100/150 euro;
  2. il secondo anno è possibile organizzare un viaggio di 1/2 notti, con una spesa di circa 250 euro. Nel caso in cui i consigli di classe scelgano come meta Roma, Pompei o altre destinazioni legate alla civiltà latina, il viaggio sarà al massimo di 3 notti.

TRIENNIO

  1. Nel triennio va fatta una programmazione complessiva, distinguendo l’indirizzo linguistico dal classico. Nel triennio classico si faranno di norma un solo viaggio importante e caratterizzante (a puro titolo di esempio Atene, Siracusa, Berlino, Parigi o stage linguistico) e due viaggi con spesa più contenuta, per un massimo triennale di circa 1500 euro;
  2. nel triennio linguistico e, in parte, nell’indirizzo classico Erasmo saranno privilegiate le mobilità estere, con priorità agli scambi con ospitalità in famiglia, che consentono la riduzione dei costi, la programmazione delle attività anche su più anni, la conoscenza reciproca con famiglie straniere; saranno possibili anche gli stage linguistici (‘classe viaggiante’) e i viaggi di istruzione, con attenzione alla spesa complessiva triennale (massimo 2000 euro);
  3. i consigli di classe cercheranno di concentrare le mobilità in due periodi, salvo motivazioni legate ai mezzi di trasporto o a eventi che si svolgono in una certa data: la settimana prima di Pasqua e l’ultima settimana di scuola.

Parma, 24 novembre 2022

> vai alla modulistica ‘Viaggi di istruzione’ (login necessario)

Scuola accreditata E+ 23-27

PON

LINK UTILI

Calendario Liceo

Ricerca comunicazioni